Estratti e frullati verdi..fanno bene?

Estratti e frullati verdi..quali sono i benefici?💚

Ultimamente mi piace iniziare la giornata con un estratto verde. Come base scelgo sempre la mela verde 🍏🍏 ho un albero in giardino che ne ha prodotte un bel po’, poi aggiungo del sedano, dello zenzero, una manciata (abbondante) di spinaci, acqua.

Inoltre quando faccio il mio frullato mattutino, metto sempre una manciata di spinaci, che tanto non alterano il sapore, e siccome io non sono una grande fan delle verdure verdi crude, in questo modo ne mangio di più senza accorgermene.

Allora stamattina mi sono chiesta…ma questa pratica, è davvero salutare?

Vediamo cosa ho trovato sulle riviste scientifiche!

Verdure a foglia verde per il benessere di vene e arterie?

I nitriti li conosciamo bene, poiché vengono spesso ingeriti attraverso la dieta poiché sono additivi di salumi e carni conservate (I nitriti sono: E249, E250 e i nitrati: E251, E252). Non sono semplici conservanti, vengono usati per alterare i prodotti, ad esempio il colore delle carni. Le persone vogliono acquistare salumi cotti di colore rosa, che è il colore della carne cotta addizionata con nitriti, perché la carne cotta..è grigia non rosa. Favoriscono inoltre lo sviluppo dell’aroma per la loro azione antimicrobica.

Fanno bene o fanno male?Come sempre è la dose che fa il veleno, vediamo brevemente perché.

Le verdure a foglia verde, soprattutto gli spinaci le coste etc, contengono buone dosi di nitrati, che principalmente ricavano dal terreno (quindi la quantità è piuttosto variabile). I nitrati hanno un importante effetto vascolare con conseguenti benefici sulla salute, come:

✔riduzione della pressione arteriosa
✔inibizione dell’aggregazione piastrinica
✔mantenimento o miglioramento delle disfunzioni endoteliali
✔miglioramento della performance durante l’attività fisica in pazienti sani o con problemi alla circolazione

Studi preclinici hanno mostrato che nitriti o nitrati potrebbero proteggere dal danno da riperfusione post ischemico e ridurre la rigidità, l’infiammazione e l’ispessimento delle arterie. Per ora mancano dati epidemiologici significativi, ma quello che sappiamo è piuttosto promettente.

Perchè i nitrati spesso vengono indicati come dannosi?

I loro metaboliti (nitriti, composti N-nitrosi) possono indurre la trasformazione in metaemoglobina di parte dell’emoglobina del sangue, attraverso l’ossidazione del ferro in essa contenuto. La metaemoglobina, al contrario dell’emoglobina è incapace di legare l’ossigeno.
Però occorrono delle dosi veramente alte di nitrati per far provocare la formazione di una quantità di metaemoglobina in grado di dare disturbi: la dose massima tollerata di nitrati in seguito ad un’assunzione a lungo termine è di 3,7 mg/kg /giorno, corrispondente a 222 mg/giorno in una persona di 60 kg.

I nitriti in ambiente acido (come nello stomaco) si trasformano in acido nitroso il quale legandosi alle ammine da origine alle nitrosammine, composti cancerogeni.

Gli alimenti che contengono più nitriti e nitrati in assoluto sono le bietole e il sedano, seguiti dalle rape e dagli spinaci.
Il contenuto in nitrati è elevato (fino a 2700 mg per kg di prodotto), mentre il contenuto di nitriti è abbastanza basso (6 mg per kg per le bietole, 2,7 per gli spinaci, meno di 1 mg per kg per gli altri vegetali). Gli alimenti contenenti molti nitrati contengono anche molta vitamina C, che scongiura il pericolo che essi vengano trasformati in nitrosammine, molto più tossiche.

⚠️Attenzione ai bambini piccoli!Infatti essi sono molto più sensibili alla metaemoglobina, e quindi le verdure che contengono molti nitriti e nitrati vanno date con cautela. Secondo gli studi, la lattuga non è un problema, mentre degli spinaci non bisogna abusare.

Consigli per i bambini piccoli:
✔evitare il consumo di più di una porzione al giorno di spinaci in media;
✔variare nelle scelte della verdura
evitare il consumo di spinaci in bambini con infezioni batteriche gastrointestinali in quanto più vulnerabili

Altri consigli utili per tutti:

✔conservare adeguatamente in frigorifero le verdure cotte a foglia, questo per ridurre la conversione di nitrato in nitrito, nettamente più tossico, che avverrebbe a temperatura ambiente.
✔acquistare verdure raccolte da poco: infatti, in seguito a conservazione prolungata, la verdura perde acqua e i nitrati si concentrano. ✔Nei cespi si possono eliminare le foglie più esterne che accumulano più nitrati.

Conclusioni

Se non in dosi eccessive, le verdure a foglia verde hanno mostrato un effetto benefico sulla salute. Oltre ai benefici sulla circolazione contengono anche diversi nutrienti, come il ferro, e diversi minerali utili per il nostro benessere. Come per tutto, non bisogna abusarne, e soprattutto, bisogna variare sempre. Quindi direi..viva gli estratti e i frullati verdi :-)💚💚💚

💚

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...